SDD Servizi
Servizi e Soluzioni per l'Impresa
SDD Servizi Roma, Servizi e Soluzioni per l'Impresa
Contattaci

Notizie Aggiornamenti e Novità


Notizia 30/03/2015

Spesometro 2014 : inizia il conto alla rovescia


Imprese e consulenti iniziano a scaldare i motori per il prossimo adempimento annuale che li vedra' protagonisti : il c.d. "spesometro" relativo all'anno 2014.
Gia' denominato "Comunicazione operazione rilevanti IVA", "Elenchi clienti e fornitori nuova versione", poi "Comunicazione polivalente", si tratta, come piu' volte commentato di una comunicazione che ha dato pensieri e gatte da pelare a ciascun soggetto che ne sia entrato in contatto : contribuente, amministrazione finanziaria, software house, consulenti, etc.
Nella versione che ci attende quest'anno sono rimaste ferme le scadenze :
1) 10 Aprile 2015 - per i soggetti che liquidano, nel 2015, l'IVA mensilmente
2) 20 Aprile 2015 - per soggetti con periodocita' di liquidazione IVA diversa da quella mensile
E' ormai inoltre assodato che, per le operazioni certificate da fattura, la comunicazione sia da operarsi "senza soglia", anche se e' lasciata la possibilita' di scelta dell'invio dei dati tra la forma analitica e la forma c.d. aggregata, ossia tutte le fatture emesse e ricevute distinte in considerazione di ciascun soggetto controparte (cliente o fornitore).
Nell'ambito delle operazioni cc.dd. B2C, ossia effettuate dagli operatori economici con acquirenti o committenti privati, vale invece la soglia di Euro 3.600 IVA compresa.
Da quest'anno vengono invece meno le deroghe previste per commercianti al minuto e agenzie di viaggio in relazione alle fatture da loro emesse di importo inferiore a Euro 3.600 al lordo dell'IVA.
Rientrano nell'area dei soggetti obbligati all'invio anche :
1) i cc.dd. "ex minimi", vale a dire quei soggetti che, poiche' fuoriusciti dal regime per mancanza dei requisiti, hanno potuto mantenere l'esonero dall'obbligo di tenuta e registrazione delle scritture contabili ai fini IRPEF-IVA, ma che sono obbligati a presentare lo spesometro;
2) i produttori agricoli in regime semplificato
3) lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni e gli altri Organismi di diritto pubblico per le operazioni da questi effettuate nell'ambito di attivita' commerciali.
Buon lavoro a tutti noi!




Notizia 27/03/2015

Agenzia delle Entrate : arriva il Web Ticket


Dopo il successo della sperimentazione in alcuni uffici territoriali, considerando il gradimento ottenuto da parte degli utenti, l'Agenzia delle Entrate ha deciso di estendere a tutto il territorio nazionale il sistema che funziona con l'aiuto del web.
Si tratta del web ticket, un magico biglietto eliminacode che potra' essere ottenuto e stampato dal computer, limitando i tempi morti e l'incertezza circa l'affluenza ad un dato ufficio in un tal giorno, e a volte il caos e la correlata caoticita' e confusione delle informazioni reperibili negli uffici.
Lo schema di comportamento sara' il seguente : l'utente, collegandosi con il sito ufficiale dell'Agenzia, potra' procedere alla prenotazione del ticket, che sara' poi stampato e portato con se' per esibirlo di persona una volta raggiunto l'ufficio territoriale.
Il percorso da seguire e' Home page>Contatti>Contatta l'Agenzia>Assistenza Fiscale>Elimina code online e il servizio avra' un orario di apertura fissato alle ore 6 del mattino.
Le prenotazioni saranno effettuate sino ad esaurimento posti disponibili per la specifica giornata, dato che sara' possibile prenotarsi anche per il giorno stesso.
Infine l'orario dell'appuntamento sara' fissato con un intervallo di tempo, dalla prenotazione, che consenta all'utente di raggiungere l'ufficio prescelto.
Anche la conferma della prenotazione viaggera' online, e sara' recapitata via mail, con un messaggio che contiene il collegamento, il link del web ticket numerato da stampare.
Et voila' : l'appuntamento e' fissato.





Notizia 14/11/2014

Mancato Vs oltre Euro 50.000 : allo studio la depenalizzazione


E' di fonte Governo la notizia di ieri dello studio della depenalizzazione dei reati di mancato versamento di ritenute certificate e IVA da dichiarazione annuale entro il termine per il versamento dell'acconto relativo al periodo di imposta successivo per importi superiori a Euro 50.000.
Attualmente la normativa prevede, agli artt. 10-bis e 10-ter D.Lgs. 74/2000 che, oltre alle sanzioni amministrative, tali mancati versamenti siano considerati reati penali, con quello che ne consegue (ad. es l'allungamento del periodo di accertabilita' da parte dell'AF di 2 anni).
In attuazione della Delega Fiscale di cui alla Legge 14.03.2014 Nr 23 si dovrebbe, in sede di elaborazione del decreto legislativo sul regime sanzionatorio, prevederne la depenalizzazione.
Si segnala comunque, in conclusione, che sull'argomento, indipendentemente da aspetti relativi al cumulo tra sanzione amministrativa e sanzione penale, la Corte di Cassazione ha peraltro affermato la legittimita' di entrambe le previsioni normative.




Notizia 31/10/2014

Semplificazioni : ufficialmente al via il 730 2015 precompilato


Il Consiglio dei Ministri di ieri, 30 Ottobre 2014, ha approvato in via definitiva il decreto legislativo in materia di semplificazioni che introduce, tra gli altri, la dichiarazione 730 precompilata a decorrere dal 2015.
La modifica riguardera' quindi i redditi del periodo d'imposta 2014 di dipendenti e pensionati.
Entro il 15 aprile del prossimo anno, pertanto, l'Agenzia delle Entrate mettera' a disposizione di tali contribuenti i modelli precompilati sulla base dei seguenti dati
1) disponibili nelle banche dati dell'Anagrafe tributaria
2) desumibili dalle certificazioni rilasciate dai sostituti d'imposta
3) comunicati da soggetti terzi (come ad esempio enti previdenziali, banche ed assicurazioni).
Al contribuente verra' lasciata la scelta se accettare il modello "proposto" dall'Amministrazione oppure apportarvi modifiche.
Dal 2016, poi, la dichiarazione precompilata verra' alimentata anche dai dati relativi alle spese mediche e sanitarie per le quali spettano le deduzioni e le detrazioni previste per legge.




Notizia 17/10/2014

Bonus ristrutturazioni e risparmio energetico : in Stabilita' anche per il 2015


Inserita nella Legge di Stabilita' per il 2015 la proroga dei bonus per il recupero edilizio con detrazione al 50% e per il risparmio
energetico con detrazione 65%.
Le detrazioni maggiorate (rispetto al 36% e al 55% a regime) per questo importante comparto, quindi, resteranno invariate per un altro anno dunque, e non scenderanno, come invece previsto dalla normativa oggi vigente (articoli 14 e 16 del DL 63/2013 e Legge di Stabilita' 2014).
L'impatto economico della norma, secondo stime Cresme, si potra' valutare in 13-14 miliardi di euro di investimenti edilizi in piu' dal recupero edilizio e in almeno 1,5 miliardi in piu' dall'ecobonus della riqualificazione energetica.
E le previsioni risultano pienamente in linea non solo con l'intento di rilancio dell'economia che, a detta del governo, sarebbe insito nella nuova Stabilita', ma anche con i dati contenuti nel Rapporto Camera-Cresme sul 2014 : lavori di ristrutturazione agevolati per 28,2 miliardi e interventi di efficienza per 4,9, vale a dire 13,8 miliardi in piu' rispetto al 2011.
Mattone...quanto mi costi (vedi IMU-TASI, etc.) ma quanto mi sostieni economia e detrazioni...




<< < 1112 13 14 15 16 17 18 19 20 > >>

Torna SU